I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

 

Search the store

FRIDA KAHLO, OLTRE IL MITO

IL 1° DI FEBBRAIO HA INAUGURATO AL MUSEO MUDEC LA MOSTRA “FRIDA KAHLO. OLTRE IL MITO”, UN PROGETTO ESPOSITIVO FRUTTO DI SEI ANNI DI RICERCHE, CON LA CURATELA DELL’APPASSIONATO DIEGO SILEO. PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA, GRAZIE A TENDER TO ART, TUTTE LE OPERE DEL MUSEO DOLORES OLMEDO E DELLA JACQUES AND NATASHA GELMAN COLLECTION, LE DUE PIÙ IMPORTANTI E AMPIE COLLEZIONI DI FRIDA KAHLO AL MONDO, INSIEME ALLA PARTECIPAZIONE DI AUTOREVOLI MUSEI INTERNAZIONALI CHE HANNO PRESTATO ALCUNI DEI CAPOLAVORI DELL’ARTISTA MESSICANA MAI VISTI NEL NOSTRO PAESE. UNA MOSTRA INCENTRATA SULL’OPERA ARTISTICA PIÙ CHE SUL PERSONAGGIO, INDUBBIAMENTE ICONICO, DISPIEGATA IN 4 SEZIONI: LA DONNA, LA TERRA, LA POLITICA, IL DOLORE.

LA DONNA, PRIMA SEZIONE, METTE IN LUCE FRIDA KAHLO, LA PRIMA ARTISTA DONNA A FARE DEL PROPRIO CORPO UN MANIFESTO, AD ESPORRE LA PROPRIA FEMMINILITÀ IN MANIERA DIRETTA, ESPLICITA, A VOLTE VIOLENTA, RIVOLUZIONANDO IRREVOCABILMENTE IL RUOLO FEMMINILE NELLA STORIA DELL’ARTE. LA SECONDA SEZIONE, LA TERRA, RICORDA COME FRIDA KAHLO SI SIA SEMPRE IDENTIFICATA CON LA SUA TERRA E NELLA SUA OPERA ABBIA GRADUALMENTE SVILUPPATO UN INTERESSE NUOVO PER GLI ELEMENTI DELLA NATURA, STABILENDO ATTRAVERSO QUESTI UNA SERIE DI RELAZIONI. LA TERZA SEZIONE AFFRONTA IL LATO POLITICO, INDISSOLUBILMENTE LEGATO A TUTTA L’ATTIVITÀ DI FRIDA. RESISTENZA SOCIALE E OPPOSIZIONE, MAI IDEOLOGICA COMUNQUE.

INFINE L’ULTIMA SEZIONE, DEDICATA AL DOLORE. L’ARTE DI FRIDA KAHLO È MARCATA DA UNA QUALITÀ PITTORICA POTENTE ED ESPRESSIVA E DA UNA VIOLENZA DELL’IMMAGINE CHE INEVITABILMENTE SFOCIA IN UNA VERA ICONOGRAFIA DEL DOLORE: LE SUE IMMAGINI SONO COSI POTENTI DA CREARE DISAGIO, ANSIA, PAURA, ORRORE. IMPOSSIBILE RESTARE INDIFFERENTI.ANDARE “OLTRE IL MITO” È PROPRIO L’OBIETTIVO DI QUESTA RICCA ESPOSIZIONE MILANESE, ANDARE CIOÈ OLTRE LA VISIONE SEMPLICISTICA DELLA RELAZIONE TRA LA VITA E L’OPERA DELL’ARTISTA MESSICANA, DIMOSTRANDO CHE PER UN’ANALISI SERIA E APPROFONDITA DELLA SUA POETICA È NECESSARIO SPINGERSI AL DI LÀ DEGLI ANGUSTI LIMITI DI UNA BIOGRAFIA E ANDARE OLTRE QUEL MITO CONSOLIDATO E ALIMENTATO DALLE MODE DEGLI ULTIMI DECENNI. L’APPUNTAMENTO MILANESE EVIDENZIERÀ COME FRIDA KAHLO NASCONDA ANCORA MOLTI SEGRETI E RACCONTERÀ - ATTRAVERSO FONTI E DOCUMENTI INEDITI SVELATI NEL 2007 DALL’ARCHIVIO RITROVATO DI CASA AZUL (DIMORA DELL’ARTISTA A CITTÀ DEL MESSICO) E DA ALTRI IMPORTANTI ARCHIVI QUI PRESENTI PER LA PRIMA VOLTA CON MATERIALI SORPRENDENTI E RIVOLUZIONARI (ARCHIVIO DI ISOLDA KAHLO, ARCHIVIO DI MIGUEL N. LIRA, ARCHIVIO DI ALEJANDRO GOMEZ ARIAS) NUOVE CHIAVI DI LETTURA DELLA SUA PRODUZIONE. UNA DONNA CORAGGIOSA, LIBERA, SINCERA, PORTATRICE DI UN MESSAGGIO ANCORA COSI CONTEMPORANEO, RIVOLUZIONARIO E POTENTE.
BUONA RINASCITA!

FRIDA KAHLO
OLTRE IL MITO
MUDEC – MUSEO DELLE CULTURE DI MILANO
VIA TORTONA 56 MILANO
DAL 1° FEBBRAIO AL 3 GIUGNO 2018

Slide background
Slide background